+39  3929180063 info@garediappalto.net

Gare di appalto

Per acquisire beni e/o servizi o per realizzare delle opere, le Pubbliche Amministrazioni devono per legge indire le gare di appalto: un “concorso” tra gli operatori economici che hanno i requisiti necessari nel rispetto delle regole di trasparenza e legalità. Quindi si può dire che le gare d’appalto nascono dal bisogno delle pubbliche amministrazioni di ottenere ciò che occorre loro relativamente alle necessità della comunità.

gare di appalto

La procedura è nominata gara d’appalto e viene eseguita tramite i bandi pubblici, a  cui possono partecipare tutti gli operatori economici interessati, con i requisiti necessari richiesti dal bando. Colui che vince, si aggiudica la gara, è colui il quale ha presentato l’offerta migliore in termini economici, ma a volte non solo.

E’ a questo punto che l’azienda potrà stipulare il contratto con il quale assicurerà i suoi servizi in cambio del compenso determinato dall’offerta. Tutta la procedura si articola in più step: pubblicazione del bando di gara, ricezione delle offerte, acquisizione della documentazione di gara, verifica della documentazione, aggiudicazione della gara di appalto.

Pubblicazione del bando di gara

I bandi di gara vengono indetti dalle stazioni appaltanti sulla scorta di modulistica approvata dall’Autorità con parere favorevole del Ministero dei Trasporti e delle infrastrutture. I bandi di gara vengono indetti da Enti pubblici, Enti privati che si occupano di settori particolari, Unione Europea, Associazioni. Tutti coloro che sono in possesso dei requisiti in essi annotati possono partecipare. Ditte individuali, società, cooperative, raggruppamenti temporanei di impresa, consorzi stabili, tutti possono concorrere, salvo diversa disposizione del bando di gara.

Ricezione delle offerte

Con il termine ricezione delle offerte si intende la ricezione da parte di chi ha indetto la gara di appalto di tutta la documentazione, compresa l’offerta economica e, se presente, offerta tecnica, richiesta dal bando.

  • Si controllano i documenti per accertare che le imprese partecipanti siano in linea con quanto richiesta dal bando: è l’anticamera della gara vera e propria.
  • Per quanto riguarda i controlli, le stazioni appaltanti richiedono ad un numero di concorrenti sorteggiati (non meno del 10% dei partecipanti) di comprovare entro un dato termine (in genere 10 giorni) le dichiarazioni formulate nella richiesta di partecipazione (requisiti tecnici, economici organizzativi). Se tale prova non è data i concorrenti verranno esclusi dalla gara, seppur dovessero risultare i vincitori.

Acquisizione della documentazione di gara

La documentazione di gara, ove non fosse già presente perché richiesta, deve avvenire nei tempi stabiliti, pena l’esclusione.

Verifica della documentazione

Si entra a questo punto nel secondo step, in cui si individua l’offerta migliore e l’impresa aggiudicataria, in via provvisoria. Solo in un secondo momento, verificato il tutto si procede all’aggiudicazione definitiva e alla stipula del contratto.

Aggiudicazione

L’aggiudicazione può avvenire secondo il prezzo più basso, vale a dire sarà aggiudicata la gara a chi ha offerto il prezzo minore; o secondo l’offerta economicamente più vantaggiosa, che sembra la stessa cosa ma non lo è: in questo caso vi sono tutta una serie di parametri legati all’aspetto tecnico e qualitativo da valutare con un punteggio stabilito dal bando (non inferiore al 70%); sommando tale punteggio con  quello dell’offerta economica, la gara viene aggiudicata a chi ha raggiunto il punteggio più alto.

SEI INTERESSATO A UNA STRATEGIA PER LA TUA AZIENDA?

Servizi

MePA

SINTEL

PORTALI AZIENDE / ENTI PRIVATI