+39  3929180063 info@garediappalto.net

Gare e appalti

Spesso volgarmente usiamo i termini “gare” e “appalti” nella stessa accezione, dando loro lo stesso significato. Ma non è così. Gli appalti (termine di derivazione latina che sta a significare “patto”) è di fatto il contratto che un Ente, pubblico o privato, firma con persona giuridica terza, per ottenimento di beni, servizi e lavori, in cambio di compenso pattuito. Nell’appalto la persona giuridica terza è detto appaltatore, il quale prende in carico il contratto firmato e lo porta a termine con gestione a proprio rischio, con propri mezzi .

In sostanza l’appalto è tutto (o quasi) a favore della committenza. L’appaltatore deve, in virtù del contratto,  mettere a disposizione mezzi, finanze e organizzazione per realizzare l’opera di cui ha preso il carico. Il contratto di appalto può essere pubblico o privato, a seconda della natura giuridica del committente.  È  disciplinato dagli articoli del Codice Civile 1655 e seguenti, nonché dal Nuovo Codice degli appalti  D.lgs. 50/ 2016 e s.m i. L’appalto viene affidato con una procedura, che varia a seconda delle esigenze , detta gara di appalto. Ed eccoci al secondo termine: “gara”. In pratica essa è il modo in cui l’ente pubblico o privato procede all’appalto: è un mezzo e non un fine.

gare e appalti

Le gare d’appalto pubbliche

Le gare sono quindi lo strumento di cui le amministrazioni si servono per acquisire beni, servizi e lavori. Sarà l’esplicazione della gara, con conseguente aggiudicatario a determinare chi sarà l’appaltatore. La prima fase di gara è il bando: con l’avviso  l’amministrazione rende note le proprie regole per poter partecipare. Il bando è e rimane lex specialis, vale a dire è l’unico documento che ha valore per quanto riguarda la specificità della gara d’appalto (ovviamente nei limiti legali). Il bando di gara, una volta stilato e approvato dagli organi amministrativi, sarà pubblicato. Partecipa alla procedura chi ha i requisiti richiesti.

La fase, diciamo esecutiva, delle gare è la ricezione delle offerte: ovvero tutto l’insieme della documentazione amministrativa  dell’impresa e la sua offerta economica per cercare di ottenere il contratto in oggetto.

Molteplici sono le tipologie delle procedure di gara, che spaziano dalla procedura aperta, in cui tutti gli operatori economici qualificati possono partecipare, a quella negoziata, in cui viene, invece, invitato  un numero limitato di operatori e  l’appalto viene affidato all’ente che presenta la migliore offerta  (prezzo più basso, offertamente economicamente più vantaggiosa).

Successivamente avviene da parte delle Stazioni Appaltanti una verifica dei requisiti dei partecipanti e dell’offerta economica proposta. L’insieme di questi controlli porterà all’aggiudicazione dell’oggetto del bando ad uno o più  (come nel caso dell’accordo quadro) operatori economici, a seconda dello strumento di acquisizione previsto.

SEI INTERESSATO A UNA STRATEGIA PER LA TUA AZIENDA?

Servizi

MePA

SINTEL

PORTALI AZIENDE / ENTI PRIVATI